domenica 30 novembre 2014

La rabbia di Ferguson e l’abbraccio che commuove l’America

Una fotografia che cattura il momento in cui un poliziotto bianco e un ragazzino di colore in lacrime si abbracciano, durante una manifestazione di protesta contro la decisione del Gran Diurì di non procedere contro Darren Wilson, a Portland, Oregon.
La rabbia di Ferguson e l’abbraccio che commuove l’America-M.F.- Henri Cartier-Bresson diceva: "Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso il momento". 
Ed è sicuramente ciò che ha fatto il fotografo freelanceJohnny Nguyen, il 25 novembre scorso, con uno scatto che in pochi giorni ha fatto letteralmente il giro del mondo e che potrebbe essere una fotografia simbolo di "pace" dopo le proteste contro la decisione del Gran Giurì di non processare il poliziotto Darren Wilson, l'agente che il 9 agosto scorso, sparò e uccise il 18enne Michael Brown a Ferguson.
Più di 150mila utenti di Facebook hanno condiviso quell'immagine dopo che il quotidiano The Oregonian l'ha postata sul proprio sito.
La fotografia scattata da Nguyen a Portland, proprio durante una marcia di protesta contro la decisione di non incriminare Wilson, ritrae un ragazzino di colore in lacrime, mentre abbraccia un poliziotto bianco.
Il ragazzino, un 12enne di nome Devonte Hart, era in strada con un cartello in “Free Hugs”, abbracci gratis, "tremava con quel cartello appeso al collo", racconta la madre adottiva su Facebook, poi il sergente Bret Barnum, con 21 anni di esperienza in polizia alle spalle, gli si è avvicinato e ha chiesto a Devonte perché piangeva; il giovane ha risposto che era preoccupato per il livello di brutalità che la polizia manifesta nei confronti dei giovani ragazzi neri. L'agente ha risposto "Sì. Lo so. Mi dispiace. Mi dispiace", poi ha guardato quel cartello, "abbracci gratis" e ha chiesto se poteva averne uno.
"Credo che la mia foto aiuti a capire che la vera risposta sono l’amore e la compassione", ha commentato Johnny Nguyen.

http://www.articolotre.com/2014/11/la-rabbia-di-ferguson-e-labbraccio-che-commuove-lamerica/

Nessun commento:

Posta un commento