mercoledì 19 novembre 2014

La Nestlè licenzia un’invalida per un post su Facebook

perugina-Redazione-Era il trenta ottobre.Marilena Petruccioli, lavoratrice dal '96 presso la Perugina Nestlè, componente della rsu Fai-Cisl aziendale e categoria protetta per una forma di invalidità riportata in seguito ad un infortunio sul lavoro avvenuto nel 1997 proprio alla Perugina, aveva scritto un post sul proprio profilo Facebook: "Oggi mi è capitato di leggere un provvedimento disciplinare in cui il capo del personale di questa azienda, e badate bene non il proprietario, il padrone, ha usato un termine a dir poco vergognoso "COLLARE", scriveva. "Qualcuno dei suoi superiori dovrebbe fargli un ripassino dei principi che l'azienda per la quale lavora sbandiera ovunque."
"Il collare", proseguiva, "lo indossano i cani non le persone e certi personaggi che ricoprono certi ruoli dovrebbero stare atteti ai termini che usano in certi atti ufficiali, tanto più che sembrerebbe che 'sto personaggio occupi il parcheggio per invalidi quando si reca a rinforzare i muscoli". "Peccato che il cervello non ne tragga beneficio", concludeva.
Subito, appena dopo la pubblicazione del post, Petruccioli ricevette una lettera di contestazione da parte dell'azienda Nestlé. La lavoratrice, dunque, come spiega anche l'on.Nicola Fratoianni in un'interrogazione parlamentare, "aveva risposto mandando le sue controdeduzioni e spiegando che il suo post non era riferito alla Nestlè".
Tutto risolto? Macché: nei giorni scorsi, infatti, la dona si è trovata nella cassetta della posta la lettera di licenziamento per "giusta causa". Scatenando la furia dei sindacati. Secondo la Fai Cisl, per esempio, la vicenda «mette in discussione la storia delle relazioni sindacali con il gruppo Nestlè. Relazioni che sono state gettate al vento con un atto unilaterale inaccettabile che è giunto come un fulmine a ciel sereno».  Il sindacato, dunque, assicura di essere "a tutti i livelli" impegnato a "sanare legalmente questo clamoroso autogol della Nestlè".

http://www.articolotre.com/2014/11/la-nestle-licenzia-uninvalida-per-un-post-su-facebook/

Nessun commento:

Posta un commento