giovedì 13 novembre 2014

INNOCENZI EVASIONI – IN FUGA DALL’AUDITEL SANTORO, TOCCA ALLA VISPA GIULIA CINGUETTARE IL BIRIGNAO DELL’IMPEGNO, IN VERSIONE MARIA DE FILIPPI: IN STUDIO “GGGIOVANI” SENZA ARTE NÉ PARTY E L’EX TRONISTA FIDANZATO PEZZOPANE COME OPINIONISTA – TRAVAGLIO SI CHIAMA FUORI: SOLO UN’OSPITATA…

La Innocenzi già tromboneggia: “La crisi dei talk politici? C’è un po’ di stanchezza, questo è un momento politico freddo” - “La lite tra Santoro e Travaglio? Ognuno faceva il suo lavoro e ha reagito di conseguenza” - “Pif? Lavorare con lui sarebbe la fine del nostro rapporto, quindi meglio di no”…


Renato Franco per il "Corriere della Sera"

urbano cairo giulia innocenziURBANO CAIRO GIULIA INNOCENZI
Bell’idea fare la conduttrice nell’anno di crisi dei talk politici. Preoccupata? «Diciamo che aumenta il tasso di sfida e a maggior ragione puntiamo su un linguaggio nuovo con i nostri giovani in studio». Giulia Innocenzi torna domani in prima serata su La7 con Announo , nato dalla costola di Servizio pubblico.

Analizza così il calo di ascolti che colpisce il genere: «Renzi viene visto come una specie di salvatore della patria, dunque azzera ogni discussione. Il genere funziona di più quando c’è un momento politico caldo, invece abbiamo la maggior offerta di talk in un momento politico freddo». Aggiunge:
stefania pezzopane e il fidanzato simone coccia colaiuta 8STEFANIA PEZZOPANE E IL FIDANZATO SIMONE COCCIA COLAIUTA 8

«Sicuramente c’è un po’ di stanchezza, ma l’anno scorso non c’erano tutti questi doppioni: giovedì Servizio pubblico e Virus, Ballarò e diMartedì, lunedì Piazzapulita e Quinta colonna ... la somma di ascolto arriva quasi sempre 10% di share, più o meno la cifra che un programma da solo raggiungeva l’anno scorso. Credo che Announo possa rispondere alla voglia di cambiamento rispetto al genere, mettiamo al centro i giovani quando tutti ne parlano, ma nessuno li ascolta».

LUNA GRILLO jpegLUNA GRILLO 
La formula di Announo non cambia: una sorta di uno contro tutti, con l’ospite della serata che affronta le domande di 20 ragazzi, presenza fissa della trasmissione. «Io riterrò di aver vinto la sfida se riuscirò a conquistare il pubblico dei giovani: la scommessa non è solo quella degli ascolti, ma anche quella di avvicinare i giovani alla politica.

pif e innocenzi bigPIF E INNOCENZI BIG
Lo facciamo attraverso ragazzi che come loro o non vanno a votare, oppure non si interessano di politica. Mi succede di comunicare loro l’ospite in studio e non sanno neanche chi è: è accaduto con la ministra Lorenzin, con Cécile Kyenge... Abbiamo deciso di prendere ragazzi che siano molto eterogenei: dall’attivista politico a quelli che ascoltano i messaggi di Fedez piuttosto che quelli di Renzi, dal piccolo imprenditore al disoccupato».

SANTORO servizio pubblicoSANTORO SERVIZIO PUBBLICO
In questo mondo eterogeneo trova spazio pure Simone Coccia Colaiuta, ex tronista, ora fidanzato della senatrice pd Stefania Pezzopane. Scelta furba? «Nell’eterogeneità di cui parlo, voglio anche questo mondo: ha fatto mille lavori, dal cameriere allo spogliarellista, ha partecipato a programmi molto lontani dai nostri ma ai quali aspirano molti ragazzi di oggi come il Grande fratello o Uomini e donne».

MARCO TRAVAGLIOMARCO TRAVAGLIO
In ogni puntata l’anteprima di Santoro, la «telecronaca velenosa» di Vauro, Travaglio ospite speciale di una delle sei serate. Chi aveva ragione nella lite tra Santoro e Travaglio? La risposta è gattesca: «Non è questione di aver ragione, è che ognuno faceva il suo lavoro e ha reagito di conseguenza. Santoro come conduttore doveva garantire la possibilità a Burlando di rispondere, mentre Travaglio non riusciva a sostenere quello che ascoltava. È il bello di quello che a loro il pubblico riconosce: che sono due persone vere».

Arriverà Renzi (non poteva mancare, non si perde un programma), non ci sarà Beppe Grillo (non poteva esserci, se li perde tutti). Non ci sarà nemmeno Pif, il suo fidanzato («sarebbe bellissimo lavorare con lui, ma penso che sarebbe la fine del nostro rapporto, quindi meglio di no»). E non ci sarà nemmeno la figlia di Grillo, Luna, contattata per essere tra i 20 ragazzi. Pare l’abbia deciso lei, ma conoscendo il padre, il dubbio uno se lo pone.
pif pierfrancesco dilibertoPIF PIERFRANCESCO DILIBERTO
innocenzi announoINNOCENZI ANNOUNO

Nessun commento:

Posta un commento