domenica 23 novembre 2014

GLI IMMIGRATI? SPESA GRATIS IN FARMACIA! MA NON SOLO PER LE MEDICINE! LEGGI COSA E’ ACCADUTO A QUESTO CITTADINO A PARMA. STENTERAI A CREDERCI!

Schermata 2014-11-22 alle 17

Oggi ero in farmacia, davanti a me un extracomunitario. Aveva un buono del CIAC (Centro Immigrazione Asilo e Cooperazione internazionale di Parma e provincia).
Per chi non lo sapesse questi centri finanziati dai noi contribuenti dell’Emilia Romagna e comune di Parma,forniscono agli extracomunitari dei buoni per comprare in farmacia il necessario. Poi passa l’associazione e paga la farmacia.
Nel buono è anche specificato che cosa deve dare la farmacia all’extracomuntario. Bene, sapete di che cosa il CIAC ha “omaggiato” oggi a questa persona?
Di uno spazzolino da denti elettrico da 269 EURO !!! Ma PORCA PUTTANA ! UNO SPAZZOLINO ELETTRICO ??? Il più caro in commercio per giunta ? Nel buono era anche specificato marca e modello ! Cioè quello che gli doveva fornire non era una decisione del farmacista …
Ma io mi domando: cos’è un salvavita ??? Io non ne ho mai avuto uno in vita mia e mi pare di riuscire a campare ugualmente ! Alla gente alluvionata del quartiere Montanara invece la regione rossa ed il comune grillino di cosa li omaggia ??? E gli abitanti e gli imprenditori che ancora soffrono dei problemi del terremoto che ha colpito l’Emilia ??? Di cartelle esattoriali che sono arrivate giusto in questi giorni !!! Di TASSE !!! LA DEMOCRAZIA E DIVENTATA LA DITTATURA DELLA DEMENZA ! ITALIANO IMPICCATO, IMMIGRATO TUTELATO !
————
Tra i commenti, un amico di questo signore spiega ancora meglio la situazione:
“Non è colpa dell’immigrato ma dell’azienda che produce il prodotto che per rubare i soldi alla regione attraverso accordi vari spinge per la vendita alle farmacie di questi prodotti ad un prezzo x per rivenderlo tramite “buono” e farlo comprare con i soldi dei contribuenti, ottenendo tre risultati. A)l’immigrato scemo ma felice rivende il suo prodotto come usato e non rompe i coglioni
B) l’azienda produttrice magari in difficoltà non licenzia operai ed addetti perché produce sapendo che avrà commesse dalla regione 
C) chi chiamato ad affidare la commessa sarà “retribuito con la parte eccedente della vendita fatturata a meno ma non dichiarata per poter dare i soldi al suo partito o smazzettarli in altra maniera. 
Ma dico il medico della mutua lo avete visto e ridevate solo oppure avete capito che queste cose si facevano già 50 anni fa? 

Svegliatevi siamo in Italia! Gli onesti non vivono bene qui!”
Ovviamente siamo anche andati a vedere chi sia questo CIAC (Centro Immigrazione Asilo e Cooperazione internazionale di Parma e provincia). Ecco come si presentano sul loro sito internet:
Il Centro Immigrazione Asilo Cooperazione internazionale (Ciac) di Parma e Provincia è un luogo di competenze giuridiche che promuove e organizza formazione e informazione sugli aspetti giuridici legati al-l’immigrazione, asilo e cittadinanza con intervento diretto di un pool di consulenti legali. Vuole essere un punto di riferimento per chi intende affrontar professionalmente queste tematiche, un luogo per gli immigrati di accesso al diritto e un supporto per associazione e istituzioni .
Realizza approfondimenti sui temi Nord -Sud del mondo, solidarietà internazionale e cooperazione decentrata.
Possiede un centro di documentazione sui temi dell’ immigrazione, dell’asilo e della cooperazione internazionale.
Organizza iniziative di studio e ricerca.
Promuove attività di formazione e aggiornamento professionale degli operatori pubblici e privati interessati al fenomeno immigratorio. Realizza inoltre momenti di informazione giuridica rivolti agli immigrati e si propone la realizzazione di osservatori sulle problematiche femminili dell’immigra-zione e contro le discriminazioni e per l’e-sercizio della cittadinanza.
Rivolge un’attenzione particolare alle problematiche del Sud del mondo, tramite la solidarietà internazionale e la cooperazione internazionale.
Il Centro Immigrazione Asilo e Cittadinanza è stato promosso nel 2001 dall’As-sociazione Immigrati Parma e provincia, l’associazione Mwasi, il Coordinamento Pace e Solidarietà, GVC, Il Consorzio Italiano di Solidarietà, l’Ufficio Immigrati CGIL, ANOLF-CISL a seguito del progetto di rete “Immigrazione e cittadinanza” promosso dalle medesime organizzazioni negli anni precedenti.
  • Attività di tutela e valorizzazione dei diritti
  • Via Toscanini, 2/a – 43100 Parma
  • 0521 503440
  • 0521 507529
  • ciac_onlus@yahoo.it
  • Michele Quitadamo ·  · L'Isola dei Tesori
    Tempo di elezioni tempo di bufale. I leghisti hanno la memoria corta, dimenticano subito chi ha depredato gli italiani fino all'altro ieri, anche quelli di sforzati italia hanno causato danni al popolo italiano, partito zeppo di delinquenti incalliti avanzi di galera e rinviti a giudizio, chi ci salvera'? Renzusconi? Siamo messi proprio male
    • Zanetti Natalia ·  Top Commenter · Treviso
      ti dimentichi di quei soldi rubati dai tuoi amici . che sonp ,plto di piu' di quelli rubati dalla lega . fai finta di non sapere? ragioni cime un sinistro .. ti sei dimenticato dei vibratori? pero' delle mutande di cota no eh?




http://www.grandecocomero.com/immigrato-parma-farmacia-gratis-spazzolino-elettronico/ 

Nessun commento:

Posta un commento