domenica 23 novembre 2014

Gaza. Contadino palestinese ucciso da soldati israeliani al confine

E' la prima vittima dalla tregua di agosto, quando si registrò uno stop dell'offensiva di 50 giorni da parte dell'esercito israeliano nell'enclave palestinese. 
Gaza. Contadino palestinese ucciso da soldati israeliani al confine-Redazione- Le truppe israeliane hanno ucciso un contadino palestinese, a est del campo profughi di Jabalya, nei pressi della frontiera settentrionale con la Striscia di Gaza: lo hanno riferito fonti mediche palestinesi. 
Si tratta della prima vittima palestinese a Gaza da agosto, quando la tregua ha messo fine a un'offensiva di 50 giorni dell'esercito nell'enclave palestinese.
La vittima è stata identificata come il 32enne Fadel Mohammed Halawa che sarebbe stato centrato da un proiettile alla schiena. Secondo le fonti palestinesi, il proiettile è stato sparato da una torre d'osservazione militare.
L'esercito israeliano ha riferito che due uomini si sono avvicinati al confine e hanno ignorato gli ordini di fermarsi, a quel punto i soldati hanno esploso alcuni colpi d'avvertimento in aria e, dopo che i due hanno continuato ad avvicinarsi, "hanno sparato alle estremità, colpendone uno", il secondo uomo, invece, si sarebbe allontanato.
L'esercito non ha commentato la notizia che uno dei due sarebbe morto dopo esser stato colpito alla schiena.
Il portavoce del ministero della salute di Gaza, Ashraf al Qedra, ha precisato che la vittima si trovava nella regione di confine per cercare uccelli canori che nidificano sugli alberi di quella zona. Ai confini della striscia, Israele ha aperto una zona cuscinetto dove i soldati di solito aprono il fuoco contro ogni palestinese che si avvicina.

http://www.articolotre.com/2014/11/gaza-contadino-palestinese-ucciso-da-soldati-israeliani-al-confine/

Nessun commento:

Posta un commento