martedì 25 novembre 2014

FRANCESCA, TRAVOLTA E UCCISA DA UN PULLMAN.
STRAZIO DEI GENITORI: "NON SI PUÒ MORIRE COSÌ"


di Paola Florio
«Abbiamo fatto colazione insieme alle otto e dopo l’ho accompagnata all’Università», racconta tra le lacrime Vincenzo, il fidanzato di Francesca Bilotti, la ventitreenne di Giffoni Valle Piana investita ieri mattina da un bus della Sita e deceduta sul colpo. Il giovane non si dà pace di quella tragedia.









Francesca Bilotti

È alla camera mortuaria dell’ospedale Fucito di Mercato San Severino dove il corpo senza vita è stato portata. Con lui ci sono tanti amici e tanti altri ne arrivano. Increduli e in lacrime. Con lui ci sono i genitori di Francesca: il papà Nicola e la mamma Mariateresa. Il fratello diciassettenne Giovanni ha saputo la notizia a scuola dove sono venuti a prenderlo per consentirgli di dare l’ultimo saluto alla sorella.


http://www.leggo.it/NEWS/ITALIA/studentessa_uccisa_bus_salerno_francesca/notizie/1030940.shtml

Nessun commento:

Posta un commento