lunedì 24 novembre 2014

FOTOSPIA - SU LA MANO CHI NON L'HA FATTO! SBIRCIARE LE VITE DEGLI ALTRI DALLE FINESTRE E' TENTAZIONE IRRESISTIBILE. GAIL HALBERT ALABAM NE FA UN'OPERA TOTALE. ECCOLI

Fotografie scattate a chi è sotto la doccia, chi si prepara per la cena, chi litiga, chi si perde a pensare, o a non pensare a nulla. Immaginate di vivere la vostra vita normale, e che qualcuno vi fotografi, mentre non ve lo aspettate.


da Linkiesta

Una fotografa americana ha ripreso la vita privata di alcuni cittadini, catturando momenti unici

gail-albert-halaban-paris-GAIL-ALBERT-HALABAN-PARIS-
Guardare dietro alle finestre, cogliere scorci di vita, momenti privati (anzi privatissimi) di famiglie e individui.

Fotografie scattate a chi è sotto la doccia, chi si prepara per la cena, chi litiga, chi si perde a pensare, o a non pensare a nulla. Immaginate di vivere la vostra vita normale, e che qualcuno vi fotografi, mentre non ve lo aspettate.

È quello che fa la fotografa americana Gail Albert Halaban (previo permesso, ovvio): ritrae la vita intima, quotidiana, dietro le mura di casa. Lo ha fatto a New York e lo ha ripetuto a Parigi. I
gail-albert-halaban-pariSGAIL-ALBERT-HALABAN-PARIS

gail-albert-halaban-parisGAIL-ALBERT-HALABAN-PARIS
momenti più normali vengono rapiti e bloccati nel tempo: diventano straordinari, unici, non conosciuti nemmeno da chi vi è dentro. 

Nessun commento:

Posta un commento