mercoledì 19 novembre 2014

Fossombrone. Detenuto si impicca con le lenzuola alle sbarre della sua cella

carceri -Redazione-  Un'altra tragedia nelle carceri a conferma del fatto che l'emergenza è tutt'altro che superata.
E’ accaduto a Fossombrone, protagonista è stato un detenutocampano, condannato a 22 anni con fine pena prevista nel 2022, si èimpiccato con delle lenzuola alla finestra del bagno della sua cella.
Dura la reazione di Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria, che ne dà notizia: “L’ennesimo suicidio di un altro detenuto in carcere dimostra come i problemi sociali e umani permangono, eccome, nei penitenziari, al di là del calo delle presenze”.
Il sindacalista del Sappe sottolinea che “negli ultimi venti anni le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria hanno sventato, nelle carceri del Paese, più di 117 tentati suicidi ed impedito che quasi 125mila atti di autolesionismo potessero avere nefaste conseguenze. Purtroppo a Fossombrone il pur tempestivo intervento del poliziotto di servizio non ha potuto impedire il decesso del detenuto”.
Il Sappe, il primo e più rappresentativo dei Baschi Azzurri, sottolinea: “La situazione nelle carceri resta allarmante. Altro che emergenza superata! Per fortuna delle Istituzioni, gli uomini della Polizia Penitenziaria svolgono quotidianamente il servizio in carcere – come a Fossombrone – con professionalità, zelo, abnegazione e soprattutto umanità, pur in un contesto assai complicato per il ripetersi di eventi critici. Ma devono assumersi provvedimenti concreti: non si può lasciare solamente al sacrificio e alla professionalità delle donne e degli uomini della Polizia Penitenziaria la gestione quotidiana delle costanti criticità del Paese”.

http://www.articolotre.com/2014/11/fossombrone-detenuto-si-impicca-con-le-lenzuola-alle-sbarre-della-sua-cella/

Nessun commento:

Posta un commento