giovedì 20 novembre 2014

Egitto. Chiesta la pena di morte per Morsi: “E’ una spia”

Egitto: Morsi, visiterò gli Usa entro fine marzo-Redazione- La procura generale egiziana ha chiesto la pena di morte per Mohammed Morsi, l'ex presidente deposto dai militari nel luglio del 2013, e per altri 35 membri dei Fratelli musulmani, ritenuti "un'organizzazione terroristica".
Morsi, nel processo che lo vede imputato, viene definito una "spia per conto di Hamas e Hezbollah". Accuse che, però, lui rigetta in toto, tanto più che al giudice ha domandato carta e penna per scrivere lui stesso la sua memoria difensiva e una copia della Costituzione del 2012, quando lui ancora rappresentava la guida dello Stato. Il processo è stato aggiornato al 26 novembre.
Nell'udienza di ieri, l'ex presidente è stato accusato di cospirazione e di aver diffuso segreti nazionali a organizzazioni straniere legate a formazioni jihadiste, con il fine di realizzare attentati in Egitto e dichiarare il Sinai "emirato islamico" qualora alle elezioni avesse vinto l'avversario di Morsi, Ahmed Shafiq.
L'ex presidente è alla sbarra anche in altri 4 processi: per evasione dal carcere durante la rivolta anti-Mubarak, per aver insultato la magistratura, per le violenze sui manifestanti e per un altro caso di spionaggio in Qatar.

http://www.articolotre.com/2014/11/egitto-chiesta-la-pena-di-morte-per-morsi-e-una-spia/

Nessun commento:

Posta un commento