domenica 23 novembre 2014

Di Maio a Gomez: 'La metà nostri stipendi va ai ragazzi disoccupati'

Luigi Di Maio in collegamento con il direttore del Fattoquotidiano.itPeter Gomez ha spiegato che i parlamentari 5 Stelle si dimezzano lo stipendio e lo versano in un fondo speciale che garantirà a 100 ragazzi disoccupati di fondare delle nuove imprese: 

"Noi non è che ci dimezziamo lo stipendio per andare a dirlo in tv e per prendere i voti, noi ci siamo dimezzati lo stipendio perché coi 10 milioni di euro che abbiamo accantonato di stipendi tagliati nei prossimi mesi con il decreto attuativo del Ministero dello Sviluppo Economico che abbiamo voluto noi facciamo partire cento imprese per ragazzi disoccupati e quando io e gli altri miei colleghi andremo in giro per le piazze italiane a presentare il primo ragazzo che ha aperto un'impresa con i soldi degli stipendi dei politici, io non lo so che consensi avremo, ma io avrò iniziato a cambiare questo Paese da cittadino che si era stancato di vedere i politici parlare in tv", ha detto il deputato. 

Una mossa, quelle del M5S, che cambia davvero l'Italia, a differenza della politica di Matteo Renzi e della sua controparte di destra Matteo Salvini: 

"E io credo che sia questa la differenza, al di là dei consensi, perché se vogliamo esclusivamente inseguire i consensi allora facciamo la politica dei 2 Matteo in questo momento, che sembra che non abbiano nessuna responsabilità sul passato di questo Paese", ha aggiunto Di Maio 

Matteo Salvini, ha concluso il deputato pentastellato, "è uno di quelli a cui gli italiani pagano lo stipendio da quando io avevo 4 anni, dal 1990" e queste persone "sembrano non avere nessuna responsabilità di quello che hanno fatto, di quello che è successo in questo Paese fino a oggi e oggi appaiono come i salvatori della patria". 

http://www.tzetze.it/redazione/2014/11/di_maio_a_gomez_i_nostri_stipendi_vanno_ai_ragazzi_disoccupati/

Nessun commento:

Posta un commento