domenica 23 novembre 2014

Crozza prende in giro la Taverna, ma 'dimentica' alcuni dettagli


Il simpaticissimo Maurizio Crozza nella puntata di ieri del suo programma ha rilanciato l'episodio della contestazione di Paola Taverna, poi rivelatosi una messinscena. Il comico ha preso in giro la senatrice 5 Stelle perché durante l'animata conversazione con il cittadino ha detto di non essere una politica, mentre sulla sua pagina Facebook si legge "politico". Questa sarebbe la straordinaria giustificazione di Crozza. Spieghiamo noi al comico come stanno le cose, perché far passare in televisione un messaggio del genere è abbastanza imbarazzante. 

La Taverna intendeva dire che gli esponenti dei 5 Stelle fanno parte di un movimento che si oppone alla politica tradizionale, ma questo aspetto per Crozza non è rilevante, e lo è ancora meno il fatto che i contestatori della senatrice dopo aver urlato "Noi i politici non li vogliamo" si sono riuniti in gran segreto col PD, con il presidente del Municipio per l'esattezza, come riportato da un giovane blogger su Facebook

"VI PREGO DI DIFFONDERE QUESTO POST. Sicuramente starete vedendo video di quando oggi Paola Taverna viene contestata a Tor Sapienza dai manifestanti. Vi racconto io come sono andate le cose.

I manifestanti erano poco meno di 20 persone che sostenevano di non volere i politici nella loro riunione, poi però si sono chiusi CON IL PRESIDENTE DEL MUNICIPIO (Partito Democratico). Detto questo vi chiedo, ma questi che ceravano: risposte e soluzioni dalla politica o posti di lavoro? (Io non sto sostenendo nulla, ogni vostra interpretazione a questo post non è responsabilità mia.)


http://www.tzetze.it/redazione/2014/11/crozza_prende_in_giro_la_taverna_ma_dimentica_alcuni_dettagli/

Nessun commento:

Posta un commento