martedì 11 novembre 2014

CARRARA: GLI ALLUVIONATI HAN TIRATO FUORI LE PALLE- COMUNE OCCUPATO AD OLTRANZA, FINO A QUANDO I PARASSITI NON SLOGGERANNO CON LE DIMISSIONI. ECCO GLI AGGIORNAMENTI

Carrara, l’ira dopo il fango: il Comune ancora occupato
Cede un argine ad Avenza
Una cinquantina le persone che hanno dormito all’interno della sala di rappresentanza del Palazzo Civico e che continuano a presidiarlo. Fuori si prosegue a pulire, a spalare e a cercare di recuperare la normalità.
CARRARA. Una cinquantina di cittadini ha trascorso la notte dentro Palazzo civico. Ha dormito sulle poltrone della sala di rappresentanza del Municipio. Si tratta di una quota di cittadini che ha deciso di presidiare ad oltranza il Comune. Non c’è tensione. Non ci sono forze dell’ordine; solo alcuni agenti di polizia municipale controllano che non si acceda al cuore dell’edificio: la stanza del sindaco, gli uffici tecnici al primo piano e gli sportelli di servizio al pubblico al piano terra.
Rimane occupata solo la sala di rappresentanza e l’accesso ad essa. Il primo pensiero degli “occupanti” è stato quello di rassettare lo spazio da loro utilizzato: giovani donne hanno spazzato e strusciato i pavimenti della sala a più riprese (prima della nottata e alle prime ore della mattina). «Sia chiaro: non siamo ultras e non siamo estremisti – tiene a precisare Leonardo Lucetti, “portavoce” del gruppo – Sappiate che abbiamo aggiustato quella porta (la indica, è quella di accesso alla sala di rappresentanza, ndr) e anche l’intero impianto fonico che ci è stato consegnato non funzionante. Abbiamo pulito tutto: guardatevi intorno».
In effetti tracce di bivacco sono solo all’esterno: una damigiana di vino sotto ad una scultura in marmo, bottiglie di birra, bicchieri di carta, sporcizia varia. «Ma non è roba nostra» dicono. L’agenda è chiara. Si va avanti ad oltranza. “Oltranza” è la parola chiave di questa iniziativa. «Se il sindaco Zubbani ha intenzione di rimanere altri 10 anni – dice Lucetti – noi stiamo qui altrettanto». Per il pomeriggio è fissata un’altra assemblea cittadina. Per fare il punto, anche se non è chiaro su cosa.
Scuole: ecco la situazione. Lunedì 10 si torna a scuola in tutti gli istituti di ogni ordine e grado del Comune, fatta eccezione per asili e scuole dell’istituto comprensivo Taliercio: bambini e ragazzi della Taliercio staranno a casa. Lo comunica un’ordinanza di palazzo civico. Altra eccezione al normale svolgimento delle lezioni: oltre alle aule dell’istituto comprensivo Taliercio, è inagibile anche la sede del liceo linguistico di via Marco Polo; gli studenti del linguistico faranno lezione, di pomeriggio, nella sede delle “magistrali” di via Lunense 69. E questo probabilmente per l’intera settimana: la centrale termica della sede del linguistico è andata infatti completamene sott’acqua; si attende che la Provincia dia il via libera per l’inizio dei lavori di ripristino. Nessun problema invece per le sedi del liceo classico Repetti  e del liceo delle scienze umane Montessori. Per sapere tutti gli orari , inclusi quelli del  turno pomeridiano, www.montessori-repetti.it .

http://www.grandecocomero.com/carrara-comune-municipio-occupato-alluvionati/

Nessun commento:

Posta un commento