domenica 16 novembre 2014

Caporalato. A Padova, schiavi per 3 euro l’ora

Contadini indiani tenuti in schiavitù e pagati  euro l'ora per lavorare in campagna.
Caporalato. A Padova, schiavi per 3 euro l'ora-Redazione- Centinaia dicontadini indiani clandestinilavoravano come braccianti, raccogliendo ortaggi e frutta per tre euro l'ora, Minacciati con un macete, picchiati quotidianamente e costretti a dormire per terra, spesso più di dieci per ogni stanza.
Non siamo nelle campagne di Calabria, Puglia o Sicilia, dove purtroppo il caporalato è molto diffuso, ma in Veneto, nella Bassa Padovana aCorrazzola.
I contadini arrivavano clandestinamente in Italia via nave, pagando dai 6.500 agli 8.500 euro per viaggio. Nascosti per giorni nelle stive umide, senza cibo e con poca acqua, sbarcavano infine a Venezia, con la speranza di futuro migliore. Ad attenderli però trovavano i loro aguzzini, quattro connazionali, che secondo quanto si è appreso, erano addirittura loro parenti.
In paese, a Correzzola, la gente sapeva ma non parlava; addirittura, più di un agricoltore si era spesso affidato alla manodopera “somministrata” dai quattro indiani. Le indagini dei carabinieri sono ora focalizzate su alcune aziende agricole del posto.

http://www.articolotre.com/2014/11/caporalato-a-padova-schiavi-per-3-euro-lora/

Nessun commento:

Posta un commento