domenica 16 novembre 2014

Bersani attacca il patto del Nazareno e Renzi: “Il Pd non è nato dalla Leopolda”

Caro Bersani ti scrivo-Redazione-"Forse nessuno si è accordo che, l’altro giorno, dopo l’incontro del patto del Nazareno, la Borsa ha perso il 2,9% mentre Mediaset ha guadagnato il 6%".
Inizia così il discorso Pierluigi Bersani presso l'assemblea milanese dell'area riformista del Pd. Un intervento caustico, ricco di frecciate contro il segretario di partito, colpevole di aver portato avanti un accordo con il nemico di sempre, Silvio Berlusconi. "Non c’è bisogno del patto del Nazareno", ha infatti proseguito Bersani, "ma di fare le riforme e farle con tutti, parlando con tutti. Non c’è bisogno di legarsi a una forma che sia un patto".
Il rischio, infatti, "che ci possa essere un trasversalismo paludoso, che lascia ai margini chi urla. Non può funzionare così il Paese. Abbiamo bisogno di un bipolarismo reale, due progetti di Paese per fare in modo che la democrazia respiri. La democrazia cammina su due gambe".
"Il Pd  non è nato alla Leopolda", ha poi proseguito Bersani, bacchettando Renzi. "E' stato un incontro di culture riformiste, non fra modernizzatori e cavernicoli" . "Nessuno può permettersi di dare lezioni di innovazioni alla sinistra del governo, se parliamo di fatti e non di chiacchiere. Il Pd è casa nostra sul serio". "Certo", ha concluso, "la nostra ispirazione certe volte ha difficoltà perché è difficile cantare fuori dal coro quando i cori sono assordanti. Cerchiamo di lanciare un messaggio di unità delle culture che si possono richiamare alla sinistra di governo e teniamo accesa la fiammella. Se non c’è la fiammella, fra cinque anni viene giù tutto".


http://www.articolotre.com/2014/11/bersani-attacca-il-patto-del-nazareno-e-renzi-il-pd-non-e-nato-dalla-leopolda/

Nessun commento:

Posta un commento