martedì 18 novembre 2014

Bce. Draghi: “Siamo pronti ad acquistare i titoli di Stato”

mps draghi tarantola sapevano-Redazione- Le aveva annunciate, nelle scorse settimane, le "misure non convenzionali" a cui sarebbe pronta la Bce qualora non si riesca a uscire dall'impasse della zona euro, ancora troppo debole.
Mario Draghi, infatti, è intervenuto sulla questione della crescita, ricordando come lo slancio si sia indebolito e, conseguentemente, "la ripresa è messa a rischio da disoccupazione alta, capacità produttiva inutilizzata e necessari aggiustamenti di bilancio". Peranto, ha aggiunto, "i rischi delle prospettive economiche restano al ribasso", anche per "i rischi geopolitici che minano la fiducia e i progressi insufficienti nelle riforme strutturali" che, torna a ribadire il numero uno della Bce, sono essenziali per risollevare la zona Euro. Tanto più che lancia un nuovo appello ai governi, affinché si adoperino "con urgenza su impegni a breve termine sulle riforme, su una strategia per investimenti e una visione a lungo termine per condividere maggiormente sovranità".
Da parte sua, Draghi rivendica per la Bce numerosi passi avanti: "ci sono i primi segnali che il nostro pacchetto di misure per aiutare il credito sta dando risultati tangibili, ma ci serve più tempo per vederli materializzare pienamente", ha spiegato. E' evidente infatti che "siamo ancora in una situazione dove la nostra politica monetaria accomodante non raggiunge in modo sufficiente" l'economia reale. E, aggiunge, "se le aspettative a medio termine dovessero peggiorare", allora "il Consiglio dei governatori è unanime nel suo impegno di usare strumenti non convenzionali aggiuntivi tra cui l'acquisto di titoli di Stato".

http://www.articolotre.com/2014/11/bce-draghi-siamo-pronti-ad-acquistare-i-titoli-di-stato/

Nessun commento:

Posta un commento