venerdì 21 novembre 2014

Azz! Il vento è davvero cambiato: il premier spaccone asfaltato da “Repubblica”

renzi(dagospia.com) – Il premier spaccone chiude la campagna elettorale in Emilia e attacca i sindacati: “Mentre loro scioperano io creo posti di lavoro” (Repubblica, p. 10). Per questa sortita, Renzie si prende oggi la ramanzina di Repubblica, che con un corsivetto non firmato in prima pagina parla di “parole sbagliate” e gli ricorda che “prima o poi si voterà, e i suoi avversari non saranno Camusso e Landini, ma Berlusconi e Verdini”.
Per il premier spaccone si tratta di un campanello d’allarme di quelli pesanti. In largo Fochetti non sono dei grandi fan né della Fiom né della Cgil. Se Ezio Mauro oggi gli fa la predica è perché forse anche il giornale del Sor-genio De Benedetti si è stancato dei minuetti con Forza Italia. Quella citazione di “Berlusconi e Verdini” non è casuale e indica il Patto del Nazareno. E’ come se anche Repubblica dicesse a Renzie di buttare nel cesso il Patto e dedicarsi al suo elettorato (e ai problemi veri). Renzie dovrà stare attento, perché avere contro il Corriere e Repubblica non è una passeggiata.
E oggi un piccolo dolore a Renzie arriva anche dalla Stampa, che racconta così la sua giornata di ieri: “Ma per il premier solo un Paladozza tiepido e dimezzato. Arrivano 200 persone ma sugli spalti spazi vuoti. Solo verso la fine Renzi riesce a scaldare il pubblico” (p. 7). Meno male, per Pittibimbo, che c’è il Giornale: “Il patto del Nazareno (per ora) non scricchiola” (p. 5).

http://infosannio.wordpress.com/2014/11/21/azz-il-vento-e-davvero-cambiato-il-premier-spaccone-asfaltato-da-repubblica/

Nessun commento:

Posta un commento