sabato 22 novembre 2014

Assenza per malattia, ecco le nuove regole per dipendenti pubblici e privati


L'Istituto nazionale della previdenza sociale ha emanato le nuove regole per l'invio a domicilio del medico fiscale, valide per l'anno 2015. Spetta all'Inps, come noto, la verifica della condizione di salute di dipendenti pubblici e privati che si assentano dal lavoro permalattia. Il controllo avviene tramite l’invio a domicilio del medico fiscale. "Ispettori" e lavoratori sono tenuti a rispettare delle regole e degli orari prefissati dall’ente, condizioni che variano a seconda della categoria dei dipendenti. Ecco le regole valide per il settore pubblico e privato.

DIPENDENTI STATALI
Devono essere reperibili 7 giorni su 7, ivi compresi i giorni non lavorativi, festivi, prefestivi e weekend. Le fasce orarie di riferimento sono le seguenti:
- dalle ore 9.00 alle ore 13.00
- dalle ore 15:00 alle ore 18:00.
Negli orari e nei giorni sopra indicati, i lavoratori statali devono rimanere presso la residenza indicata nella documentazione medica di malattia e attendere la visita del medico fiscale inviata dal datore di lavoro o dall’Inps.
Sono esclusi dal vincolo di reperibilità unicamente i dipendenti che si assentano per questi motivi:
1) malattie di una certa entità di cui necessitano cure salvavita
2) Infortuni di lavoro
3) Patologie documentate e identificate le cause di servizio
4) Quadri morbosi inerenti alla circostanza di menomazione attestata
5) Gestazione a rischio.

Sono esenti anche i dipendenti nei confronti dei quali è stata già effettuata la visita fiscale per il periodo di prognosi indicato nel certificato.
(continua dopo la foto)


http://www.caffeinamagazine.it/salute/5443-assenza-per-malattia-ecco-le-nuove-regole-per-dipendenti-pubblici-e-privati

Nessun commento:

Posta un commento