lunedì 17 novembre 2014

Andora. Inquilini e un cadavere intrappolati nella casa popolare a causa del maltempo

andora -RedazioneLa social house di Andora, inaugurata la scorsa primavera, a causa del maltempo di questi ultimi giorni, si è trasformata in una trappola per gli inquilini: per dieci famiglie è diventata una prigione, mentre per un uomo, l'alloggio si è trasformato nella sua tomba.
«Siamo segregati nelle nostre abitazioni senza possibilità di uscita – spiega Silvana Pizzo – La social house ha due accessi: l'ingresso principale, non funzionante e inutilizzabile, mentre l'altro, nel seminterrato, è quello che consente l'ingresso nella palazzina. Purtroppo, a causa del maltempo di questi ultimi giorni, ilseminterrato si è allagato, arrivando ad avere picchi di oltre un metro d'acqua, ostacolando l'uscita dall'edificio. Abbiamo cercato di arginare il flusso dell'acqua: impossibile perché la pioggia filtra dalle pareti della palazzina. Pareti che dovrebbero impedire all'acqua di entrare nella zona garage e negli scantinati». In quelle cantine dove spesso vengono conservati attrezzi per il bricolage, riposti capi di abbigliamento estivi e soprattutto oggetti dal valore affettivo.
«È stato trovato morto nella sua abitazione un inquilino ma, a causa delle difficoltà d'ingresso nella palazzina, la salma si trova ancora all'interno dell'edificio – dichiara Luisa Iapariello – A scoprire il decesso è stata l'amministratrice del condominio

http://www.articolotre.com/2014/11/andora-inquilini-e-un-cadavere-intrappolati-nella-casa-popolare-a-causa-del-maltempo/

Nessun commento:

Posta un commento