lunedì 17 novembre 2014

Allarme industria dolciaria: siamo a corto di cioccolato

Arrivano brutte notizie per tutti i golosi e amanti di cioccolato del mondo, almeno stando a quanto dice un rapporto di uno dei più grandi produttori dolciari del mondo; il cioccolato inizia a scarseggiare. Ebbene si, la richiesta aumenta sempre di più e così anche la produzione che potrebbe raggiungere un milione di tonnellate all'anno entro il 2020. Il gruppo svizzero Barry Callebaut ha dichiarato che i prezzi del cioccolato sono in aumento, almeno del doppio rispetto rispetto a quelli che erano circa sette, otto anni fa. Il gruppo che fornisce cioccolato alle grandi imprese globali ed anche a panificatori artigiani, ha rivelato di aver venduto 1,7 milioni di tonnellate nel 2013/2014 , con un aumento di circa l'11,7% rispetto all'anno precedente. Purtroppo però ci sono quantitativi sempre più limitati di raccolto, quindi significa che più aumenta la produzione più aumenta il prezzo.
Tutto questo non lascia altra scelta ai produttori che aumentare proprio i prezzi sugli scaffali o diminuire la dimensione dei loro prodotti con il medesimo costo. Gli esperti del settore sostengono che il mondo è entrato nel suo più lungo deficit di produzione. Solamente nel giro di un anno i prezzi del cacao sono aumentati di un quarto, registrando il picco nel mese di agosto; circa 3mila dollari a tonnellata. Prima della fine del 2007 la soglia era di poco superiore ai 2mila dollari. Juergen Steinemann amministratore delegato della Barry Callebaut ha detto che l'aumento è stato alimentato in parte da una 'potenziale carenza di cacao' che potrebbe avvenire entro il 2020, così come avverte e fa eco la Mars Chocolate. Il colosso ha ripetutamente affermato che la domanda supererà l'offerta di un milione di tonnellate all'anno. "Il settore mondiale del cacao potrà subire un 1 milione di tonnellate di deficit entro il 2020 a causa delle crescenti pressioni economiche e ambientali nelle piantagioni di cacao di tutto il mondo” ha ribadito l'azienda. "Il nostro business a lungo termine dipende da un approvvigionamento sostenibile di cacao di alta qualità, e siamo convinti che garantire il futuro del cacao inizia con l'aumento dei rendimenti per i piccoli agricoltori
A tal proposito ci sono diversi fattori che stanno contribuendo a portare il cacao verso una rapida diminuzione ad esempio la siccità o le malattie secondo Bloomberg News, ma anche per il fatto che si sta diventando sempre più “affamati” di dolci soprattutto nei paesi in via di sviluppo come la Cina. Va ricordato inoltre che tra i fattori che hanno permesso l'aumento del costo c'è anche l'epidemia di ebola, poiché il 70% del cioccolato mondiale viene dall'Africa occidentale, facendo piombare la produzione nel caos, oltre a questo è ancora più importante ricordare però che anche cercare di abbattere la povertà nel terzo mondo potrebbe aiutare considerevolmente; ancora oggi molti coltivatori africani di cacao guadagnano meno di 1,5 dollari al giorno.


http://www.articolotre.com/2014/11/allarme-industria-dolciaria-siamo-a-corto-di-cioccolato/

Nessun commento:

Posta un commento