domenica 16 novembre 2014

Adozioni e beneficenza: l’aiuto passa anche attraverso i social network

Povertà_e_fame_nel_mondo-Andrea Cermelli- Le adozioni sono sempre più complesse a causa delle varie regole a cui sono sottoposte. Sono, nonostante ciò, numerose le persone che riescono a farsi coraggio e decidono di procedere con l'adozione, sia per fronteggiare la propria impossibilità a procreare per motivi fisiologici, sia per offrire una vita migliore a bambini meno fortunati.
Ultimamente sono sempre più numerose le adozioni di bambini del Terzo mondo, dove le condizioni di vita sono pietose. Ciononostante, queste possono riguardare altri paesi, come la Lettonia, che recentemente è stata soggetta ad una nuova restrizione: grazie a essa si limita il numero di possibili adozioni all'estero, a meno che i minori interessati non abbiano un'età superiore ai 9 anni, non siano gruppi di 3/4 fratelli, o non abbiano  malattie fisiche e psichiche.
A favorire le adozioni vi è anche l'utilizzo di social network, attraverso cui si fa pubblicità a diverse organizzazioni e associazioni in grado di aiutare i bambini più poveri e facendo sì che si promuovesse l'aiuto verso questi, anche semplicemente attraverso donazioni, che per noi possono apparire modeste, ma che per i popoli delterzo mondo appaiono come grandi aiuti per uscire dalla povertà.

http://www.articolotre.com/2014/11/adozioni-e-beneficenza-laiuto-passa-anche-attraverso-i-social-network/

Nessun commento:

Posta un commento