venerdì 31 ottobre 2014

"Villa Borghese come la Colombo": petizione per lo stop di risciò e auto elettriche
A lanciarla su change.org è il comitato Amici di Villa Borghese, che ha lanciato l'allarme a seguito dei troppi incidenti avvenuti nel Parco nelle ultime settimane

Un traffico che pare di essere sulla Cristoforo Colombo. Con la differenza che a creare imbuti, code e incidenti sono tutti mezzi elettrici. Siamo a Villa Borghese, regno incontrastato oramai di segway e risciò "che mettono a rischio la sicurezza e l’incolumità fisica dei frequentatori del Parco". Il comitato Amici di Villa Borghese ha lanciato una petizione on line, suchange.org, per chiedere alle autorità competenti di vietarne la circolazione nell'area verde.

Troppi gli incidenti, quasi quotidiani, nei vialoni del Parco più grande di Roma. Grave lo scontro avvenuto sabato quando un signore in bicicletta è stato travolto da un risciò. L'uomo, finito al Pronto Soccorso con trauma cranico e toracico, ferite e contusioni multiple, ha commentato: "Pensavo di andare in un Parco storico con i miei bambini, a fare un giro in bicicletta in un bel giorno di sole. Non credevo di portarli in un luogo pericoloso quanto la Cristoforo Colombo". Già, e non è l'unica vittima.

"Altri due risciò a pedalata assistita lanciati come missili si sono cappottati a piazza di Siena - raccontano dal Comitato - e dietro il Tempietto di Faustina. Un altro ha rovesciato un’antica fioriera. Una madre con bimba, straniere, hanno schivato per un pelo un’auto elettrica lanciata anch’essa a grande velocità. Sempre più numerosi e di dimensioni sempre maggiori, auto e risciò - ora anche in formato "familiare” - sfrecciano in lungo e in largo fin dentro i vialetti in terra battuta dei giardini storici, e senza limiti di velocità".

E non ci sono solo risciò. C'è il trenino "che continua a percorrere indisturbato i viali del Parco, spargendo fumi tossici" e "i go-kart bi-posto, che si litigano con gli altri veicoli l’angusto spazio dei viali della Villa, escludendo di fatto i pedoni da un giardino storico che ha invece la vocazione - secondo la carta di Firenze sottoscritta dall’Italia - di fornire tranquillità e il ristoro della natura".

Forse è necessario ricordare, sottolineano i comitati, "che dal 2007 Villa Borghese è vietata al traffico veicolare, ma le ordinanze di due sindaci non sono mai state applicate. Tre varchi ZTL già installati non sono mai attivati. Tutto è fermo perché l’Assessorato ai Trasporti e alla Mobilità non ha mai emesso un provvedimento di disciplina riguardo al transito e alla sosta all’interno della Villa.

Per tutto questo, gli Amici di Villa Borghese e altri gruppi di cittadini lanciano una petizione con la richiesta urgente alle autorità di intervenire. Firmate anche voi, per chiedere uno STOP ALLE AUTO ELETTRICHE, I RISCIO’ E I SEGWAY a Villa Borghese, e garantire l’incolumità fisica delle famiglie che la frequentano".


Alessandro in Lotta

Alessandro Verga

https://www.facebook.com/pages/Alessandro-in-Lotta/259125420891283?ref=ts&fref=ts

Nessun commento:

Posta un commento