venerdì 31 ottobre 2014

MORIRE DI ORO NERO - SE LA CORTE DELL’AJA RITERRÀ AMMISSIBILE LA DENUNCIA, LA CHEVRON POTREBBE ESSERE LA PRIMA COMPAGNIA PETROLIFERA A ESSERE PROCESSATA PER CRIMINI CONTRO L’UMANITÀ

La Chevron è già stata condannata nel gennaio 2012 a indennizzare con 9,5 miliardi di dollari le vittime dei danni ambientali provocati nell’Amazzonia ecuadoriana dal 1964 al 1992, quando operava col nome di Texaco. Questa aveva deliberatamente sversato nei fiumi dell’Amazzonia ecuadoriana 68 miliardi di litri di materiali tossici...

La Corte Penale Internazionale dell’Aja esaminerà la denuncia presentata contro la multinazionale petrolifera Chevron. Ove la denuncia fosse ritenuta ammissibile, il massimo dirigente della Chevron, John Watson, potrebbe essere il primo manager a essere processato per crimini contro l’umanità commessi da una multinazionale.

La Chevron è già stata condannata nel gennaio 2012 a indennizzare con 9,5 miliardi di dollari le vittime dei danni ambientali provocati nell’Amazzonia ecuadoriana dal 1964 al 1992, quando operava col nome di Texaco. Questa aveva deliberatamente sversato nei fiumi dell’Amazzonia ecuadoriana 68 miliardi di litri di materiali tossici provocando uno dei più grandi disastri ambientali della storia. La denuncia all’Aja è dovuta al fatto che la Chevron ha finora eluso la sentenza della giustizia ecuadoriana.


Alessandro in Lotta

Alessandro Verga

https://www.facebook.com/pages/Alessandro-in-Lotta/259125420891283?ref=ts&fref=ts

Nessun commento:

Posta un commento