lunedì 6 novembre 2017

LA GUERRA EUROPA CINA GIA' C'E' DA ANNI

Risultati immagini per immagini di ue cina
(google) 

La Cina ci sta facendo guerra da anni in un modo così invisibile, non saprei definirlo in altro modo, che i nostri governanti europei nemmeno se ne accorgono. Evidentemente non li abbiamo solo noi italiani governanti cretini. Ora mi chiederete in che modo la Cina ci sta facendo la guerra? E' presto detto: in Africa i cinesi si sono presi minire, terreni coltivabili e persino le cascate del Congo per la più grande diga dell'Africa.

Ma la vera mossa geniale dei cinesi in Africa è che stanno dando i servizi  come strade, internet e persino città. Le famose città fantasma di cui su fb si fanno le ipotesi più fantasiose e oscene, persino, ad esempio posti per ospitare gli alieni (siamo messi proprio bene...)  sono state costruite per ospitare i nativi che vivono nelle baracche. Un altro esempio l'unica autostrada del Sudan è sempre cinese, Cinesi sono anche tutte le macchine agricole, apparecchiature tecnologiche come internet e  apparecchiature ad energia solare. La prima cosa che a un puro di cuore potrebbe venire in mente è che in fondo questi cinesi sono buoni fanno quello che noi non abbiamo mai fatto in anni di soldi donati ai dittatori....in realtà li stanno rendendo indipendente proprio da noi e con il web ad esempio che ha messo a conoscenza molti manager ed dirigenti statali locali sul prezzo dell'oro venduto in Europa e Usa che oggi nessun speculatore europeo o americano lo trova più a buon prezzo, nemmeno più in Bourkina Faso (considerato l'ultimo paradiso per gli squali del settore). Rendo l'idea? Ad esempio la diga in Congo porterà tanta energia elettrica ma ai cinesi....Hanno comperato terreni coltivabili ovunque hanno potuto persino in Madagascr ed Etiopia. Per coltivare cereali e distribuirle alla popolazione? No! Per impiantare barbabietole per il biodiesel. Insomma i nativi continueranno a morire di fame, forse persino più di prima ma l'obiettivo della Cina sarà raggiunto impoverire l'Europa e comprarsela con due spicci.
Per fare ciò non hanno esitato a mandare nel continente nero milioni di tecnici.

Si dice che puntino a cacciare via gli olandesi dal Sudafrica per lo sfruttamento dei diamanti e non mi stupirei se ci riuscissero davvero.

Ricordo che anni fa un'imprenditrice del settore alberghiero definì i cinesi dei poveri cretini e tutt'ora sento dai miei connazionali dei giudizi che dimostrano che il silenzio è sempre d'oro perchè non solo non sono cretini ma la loro indole è comandare e controllare e per fare ciò si muovono come nelle dame cinesi occupano i territori che a loro giudizio in quel momento può essere utile per i loro affari. Noi abbiamo il concetto di occupare tutto il territorio loro no loro occupano solo quelli strategici, insomma una strategia mobile se così si può dire.

Per la cronaca i cinesi vedono noi italiani come terzo mondo e gli europei dei barbari. Quei barbari che violarono la città proibita, Pechini, nel 1901 e che loro non hanno mai dimenticato una simile offesa per la loro mentalità e orgoglio. Una città che era inviolabile persino per la stragrande maggioranza dei cinesi e che fu saccheggiata e data alle fiamme, mentre i loro tesori di inestimabile valore furno rubati eppoi venduti. Molti europei e americani reduci da quelle "tournee di piacere" si fecero una posizione sociale molto alta (d'altronde il mito che i soldi si fanno da soli ancora resiste nell'epoca del web).

Per quasi 500 anni, la città proibita, ha servito come abitazione degli imperatori e delle loro famiglie, così come centro cerimoniale e politico del governo cinese.
Costruita tra il 1406 e il 1420, il complesso è composto di 980 edifici divisi in 8.707 camere e copre 720.000 m² che ne fa "il più grande palazzo del mondo". Il complesso del palazzo esemplifica la sontuosa architettura tradizionale cinese, ed ha influenzato gli sviluppi culturali e architettonici dell'Asia orientale.

Prima ho usato quella espressione "tournee di piacere" perchè la gente usa come metro il film 55 giorni a Pechino, accreditato su Wikipedia come film storico. I film storici americani, fatta qualche eccezione, sono un prodotto della più grande fabbrica di merda dell'era moderna Hollywood appunto. Ovviamente dove tutti dicono di voler fare la guerra ai fake nessuno chiede la chiusura di quell'industria che produce solo ignoranza globale. Per forza l'idignazione si compra tanto al chilo. Tornando al film esso racconta di come i valorosi europei difendano la città dai banditi, i boxer, e alla fine di quell'assedio feroce tutti sono contenti e felici. Peccato che la realtà sia leggermente diversa; intanto i boxer non avevano armi da fuoco ma solo da taglio, al massimo qualcuno di loro era vestito di pelle da tigre perchè pensavano che li rendesse immuni dalle pallottole e furono chiamati dall'imperatrice per liberare la Cina dai barbari (noi). Quest'ultima fu, a dir poco, ambigua, mentre alla luce del giorno lodava pubblicamente il progresso che i barbari portavano di nascosto tramava con i boxer perchè li uccidessero tutti. Questo suo atteggiamento lo pagherà caro suo figlio perchè i comunisti andati al potere non potevano dimenticare il suo operato e lo cacciarannpo via.

La spedizione punitiva che distruggerà Pechino su ordine del kaiser Guglielmo II era composta da, tedeschi, appunto, statiunitensi, australiani, indiani, italiani, francesi, inglesi, austroungarici, giapponesi e russi. I nostri "eroi", storicamente portatori di civiltà, oltre a distruggere la città, rubarne i tesori, fecero stupri di massa e uccisioni sommarie tant'è che nessuno storico, nè europe nè cinese ha mai potuto quantificare il numero di morti. D'altronde il kaiser ordinò ai soldati delle delegazioni occidentali di fare come Attila, altro storico condottiero illuminato e noto per la sua bontà....

« Quando vi troverete faccia a faccia con il nemico, sappiate batterlo. Nessuna grazia! Nessun prigioniero! Tenete in pugno chi vi capita sotto le mani. Mille anni fa, gli Unni di Attila si sono fatti un nome che con potenza è entrato nella storia e nella leggenda. Allo stesso modo voi dovete imporre in Cina, per mille anni, il nome «tedesco», di modo che mai più in avvenire un cinese osi anche solo guardare di traverso un tedesco. »

Infine l'imperatrice dovette anche pagare una somma stratosferica agli occupanti pari a 67,5 milioni di sterline dell'epoca. Un risarcimento per il "disturbo" di averli massacrati...

I boxer sopravissuti non dimenticarono mai e tramandarono la loro voglia di rivalsa alla popolazione.

Napoleone disse a proposito della Cina: "Qui giace un gigante addormentato. Lasciatelo dormire, perchè quando si sveglierà scuoterà il mondo!".

Ora, anche grazie ai giornalisti, una parte di essi sono solo spargitori di terrore oltre a fare terrorismo, è passato il messaggio che la crisi Nord Corea Usa sia dovuta chissà a quale questione di principio ma il vero obiettivo degli americani è propio la Cina che vogliono coivolgerla tramite la Corea in un conflitto, mentre l'obiettivo dei coreani e cinesi è il Giappone non a caso le testate nucleari coreane vengono puntate occasionalmente verso di esso. Il Giappone è stato l'unico paese a mettere in serie difficoltà il gigante asiatico portandosi via tutti i soldi che avvano investito in passato in quel paese prendendo come scusa la morte del loro ambasciatore a Pechino, nel 2012, sostenendo che sia stato avvelenato. Il governo nipponico ha proibito ai suoi imprenditori di fare investimenti nel celeste impero.

Non a caso oggi il Giappone è il paese con più liquidità al mondo.

Per tornare al tema investimenti le nostre classi politiche e imprenditoriali hanno permesso a un gigante, quello cinese, di essere ancora più forte, infatti tutti che investivano lì per risparmiare sulla manodopera e intanto chiudevano le aziende nei loro apesi d'appartenenza. L'avidità e la lungimiranza non sono mai andati a braccetto.

La vera forza dell'orientale è che sa osservare e ascoltare, loro sono molto rispettosi e gentili nei modi per via delle loro educazione che ricevano fin da bambini, ma vi siete mai chiesti perchè dopo al saluto non vanno mai oltre?

Per tornare  al Giappone molti fascistelli che si fingono democratici del web descrivono Shinzo Abe, il premier giapponese, come un eroe dell'antiimmigrazione, dimenticandosi  della posizione geografica del Sol levante, inftti come raggiungono gli africani col gommone le loro coste? Fossi in questi destronzi della rete aprire un libro di geografia ogni tanto. per rimanere sempre in tema immigrazione il Giapponeè pieno di cinesi che fanno gli sguatteri nei loro ristoranti e d nord coreani che lavorano nelle frabbriche, ad esepio a Kobe. Un giapponese usa di solito quando vuole offendere qualcuno il termine coreano, "reo" ai loro occhi di essere inferiore perchè mangia animali a quattro zampe. Per loro è un segno d'impurità.


Quando sento parlare di sfruttamento di cinesi nelle loro fabbriche sbagliano perchè dovrebbero dire sfruttamento di nord coreani. La principale entrata della famiglia di Kim il Jung.

Per rimanere al Giappone ho letto sempre sul web che quando c'è una calamità naturale i lavori sono immediati perchè hanno la sovranitò monetaria a differenza di qui. Ricordo a sti scienziati che hanno preso la laurea con i punti della mira lanza che il terremoto dell'Irpina ci fu nell'82 e lì le persone ancora vivono nelle baracche. I giapponesi sono efficenti per un motivo solo: considerandosi le persone più civili del mondo e un compito dello stato intervenire dove c'è bisogno subito e nel migliore dei modi possibili. Sempre un fatto di educazione e cultura ricevuta.

Tornando alla crisi di quelle latitudini siamo solo a livello di chiacchere perchè quando attaccheranno, fortunanatamente mai, non avvertiranno. Leggo sui siti che da quelle parti tremano alle minacce di Trump. Ecco, da quelle parti nessuno trema per le stronzate che dice perchè così le considerano e nella loro mentalità quel signorino viziatello, figlio di papà, è considerato, nel migliori dei casi, un povero deficiente.

Per i signori giornalisti a cui piace diffondere terrore e paura dalle nostre parti una notizia gliela offro io e gratis, per giunta, ogni volta che gli Usa fanno le esercitazioni da quelle parti poi presentano il conto proprio al Giappone. Certe abitudini non si perdono mai....
Alla fine l'allenza Usa Giappone è dovuta solo per pruo interesse strategico anche se quest'ultimo si sta riarmando con mezzi al limite della fantascienza a quanto si dice negli ambienti diplomatici.
La maggioranza della popolazione giapponese, alla fine, considera tuttora gli Usa alla stregua di un invasore.

Gli orientali considerano gli abitanti degli Usa, hamburger cioè persone a uso e consumo di ricchi signori senza scrupoli che detengono il potere.

Strano ma vero ma l'orientale ha rispetto della parola essere umano e vede noi occidentali come persone che vivono solo in base del denaro, qunto hai in tasca e quanto costa. Per loro una persona ha valore solo per quello che fa e per come agisce.

Volete offendere un giapponese mettendo a grave rischio la vostra vita? Basta dargli del figlio di puttana perchè fino al 1868 solo i samurai avevano il diritto ad avere un cognome il resto della popolazione no per sottolienarne il rango sociale. Quando Mitsuito estese questo diritto a tutti gli abitanti dell'isola fu recepito dagli stessi come la vera parità sociale.


Per orientale, per chi non l'avesse capito, intendo il giapponese, cinese e coreano.

Vorrei sottolineare anche una cosa ai berlusconiani nostrani che la Cina è la dimostrazione che libero mercato non vuole dire democrazia. Ma d'altronde solo qui permettono a un monopolista di spiegare cosa sia la democrazia...

Gli orientali hnno una grande ammirazione per l'impero romano e la storia dei greci. Vedono i nostri avi come un modello che a loro detta dovremmo avere come ispirazione. Campa cavallo......

Spesso quando si riferiscono a noi fanno il raffronto con Giulio Ceare. Che popolo di romantici sognatori.....

L'unico popolo occidentale di cui hanno ammirazione è proprio quello italiano che, da una parte, ci vedono come terzomondisti e, dall'altra, riescono a intravedere nonostante tutto, in noi persone di grandi potenzilità umane e si stupiscono che siamo ai margini dell'Ue. Gli mandiamo Renzi e Berlusconi a comandare a casa loro e non si stupirebbero più....


 La Cina tra l'altro si sta preparando, secondo i russi, a far esplodere un ordigno nucleare montato di potenza straordinaria su un missile con un motore di ultimissima generazione  nello spazio, si parla di 100 megatoni almeno. Un avvertimento sia agli Usa che ai russi, appunto.

Nonostante i continui proclami di amicizia tra cinesi e russi inr ealtà i figli del dragone non hanno nessuna fiducia in quest'ultimi, memori del mancato appoggio aereo alle loro truppe nella guerra di Corea. Per anni dopo il conflitto coreano cinesi e sovietici non si sono parlati e, anzi, dove hanno potuto si sono fatti dispetti a vicenda, persino durante la guerra in Vietnam.

Per tornare al titolo dell'articolo la Cina già ha, per certi versi, soffiato l'Afghanistan a Usa e Ue, infatti hanno avuto tutte le concessioni di sfruttamento delle risorse di quel paese, rame, urano, smeraldi. Ma non solo le armi dei jihaidisti di lì sono, "casualmente", tutte di fabbricazione cinese e anche molti guerrieri dell'Isis hanno gli occhi a mandorla.....Da quelle parti si diceva che finanziassero anche i quedisti (anche loro con armi cinesi).

L'Ue e gli Usa hanno speso cifre iperboliche per quel pantano dove nessuno storicamente ha mai vinto e i cinesi stanno facendo affari d'oro. Strano che di noi non abbiano una grande stima...

Un piccolo esempio mentre agli Usa la guerra in Afghanistan gli costa, mediamente, 100 milioni di dollari al mese la Cina ha fornito di macchinari agricoli tutta la popolazione.

Dovremo abituarci a questo tipo di guerra tutti contro tutti cominciata l'11 settembre del 2001, da una parte siamo tutti amici e dall'altra ci uccidiamo, Questa terza guerra mondiale è nei modus senza precedenti.

Avvertitie gli strateghi televisivi, i complottisti del web, ai pacifisti che parlano di evitare confitti senza aver capito nulla, ovviamente, che la terza guerra mondiale è comincata 15 anni fa e probabilmente finirà qundo saremo sull'orlo dell'estinzione della razza umana.

Fenix


























venerdì 15 settembre 2017

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207825429985269&set=g.1614584658787201&type=1&theater

giovedì 31 agosto 2017

Esecuzione tramite garrota spagnola a Manila, nelle Filippine nel 1899.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
In tempo di pace la garrota fu l'unico mezzo utilizzato per la pena di morte in Spagna per centinaia di anni. Originariamente, era un'esecuzione nella quale il condannato veniva ucciso colpendolo con una mazza (garrote in spagnolo). Fu in seguito sviluppata una macchina per lo strangolamento, dove il condannato veniva legato ad un palo di legno con una corda avvolta intorno al collo, che ritorta dal dietro ne provocava la stretta.
Con il passare del tempo il metodo fu modificato con l'aggiunta di una sedia fissata al palo alla quale il condannato veniva legato, mentre il boia, con una manovella o una ruota stringeva una fascia metallica intorno al collo del condannato, provocandone lo strangolamento. Altre versioni di questo dispositivo incorporavano una lama fissa di metallo con la punta direzionata al midollo allungato la cui lesione portava alla morte rapida per arresto cardiaco. Questa versione, chiamata garrota catalana, fu usata dalla fine del 1940. Le autorità statunitensi decisero di mantenere la garrota nelle Filippine, dopo che nel 1898 la colonia spagnola venne occupata, ed il suo uso non fu abolito sino al 1902.


Enrica Chiaravalle   

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207228308377602&set=g.1614584658787201&type=1&theater

1953, Roma. Giulio Andreotti mentre gioca a Ping Pong.



L'immagine può contenere: 1 persona

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207228221935441&set=g.1614584658787201&type=1&theater

Maria Callas con il marito, Giovanni Meneghini, sulla spiaggia di Venezia, 1956. E' stato un matrimonio di convenienza.


L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono
Lui l'aveva sempre aiutata sia professionalmente che personalmente, ma lei non si era mai veramente innamorata.
Nel 1959, lo ha lasciato per vivere con il suo amante magnate Aristotele Onassis.



https://www.facebook.com/photo.php?fbid=987639474592104&set=g.1614584658787201&type=1&theater

martedì 29 agosto 2017

Una vista di Mosca del 1852.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207209306862576&set=g.1614584658787201&type=1&theater

Brooklyn Bridge, 1950

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Fotografia di Paul Himmel

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207209286022055&set=g.1614584658787201&type=1&theater